CITTA DI CATTOLICA
Piazza Roosevelt 5 - 47841 (RN)
Centralino +390541966511
P.Iva 00343840401 - UF5EHE

Tu sei qui

TARSU (Tassa per la raccolta e lo smaltimento dei Rifiuti Solidi Urbani)

TARSU
La tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani, abbreviata in TARSU, è prevista dal D.Lgs. 507/1993 e disciplinata dal Regolamento comunale.
La tassa è dovuta con vincolo di solidarietà dai soggetti (persone fisiche, persone giuridiche, ecc.) che occupano o detengono locali ed aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, ad esclusione delle aree scoperte pertinenziali o accessorie di civili abitazioni diverse dalle aree a verde, esistenti nel territorio comunale in cui il servizio è reso in regime di privativa, per ogni anno solare, in base a tariffe unitarie applicate in ragione di metro quadrato di superficie e determinate secondo l'uso e la destinazione.
 
A chi interessa
La tassa non viene applicata automaticamente e la denuncia anagrafica per il cambio di abitazione o di residenza non è sostitutiva della dichiarazione TARSU ai fini dell'applicazione o della cessazione del tributo. Per questo è necessario denunciare ogni nuova conduzione o occupazione ed ogni eventuale variazione quale:
- cambiamento di abitazione o trasferimento di sede dell'attività nell'ambito del Comune di Cattolica (denuncia di variazione);
- trasferimento in altro Comune o cessazione dell'occupazione o conduzione dei locali ed aree tassabili, ai fini della cancellazione dal ruolo della tassa (denuncia di cessazione);
- variazione della metratura e/o della destinazione d'uso dei locali o aree occupati a suo tempo dichiarate (denuncia di variazione);
- cambio dell'intestazione della tassa (denuncia di cessazione e contestuale denuncia originaria di nuova iscrizione).
 
Il Consiglio Comunale con atto n. 43 del 28/06/2013 ha, fra l'altro, deliberato:
1.di stabilire due rate in acconto della TARES dovuta per il 2013, da calcolarsi sulla base della TARSU pagata nel 2012, con scadenza, la prima, il 31 luglio 2013 e la seconda il 30 settembre 2013;

2.di rinviare successivamente alla seconda rata la determinazione delle tariffe TARES per il 2013 e della scadenza della terza ed ultima rata del tributo nella quale, oltre al conguaglio, verrà richiesto anche il pagamento della maggiorazione di 0,30  euro  per  metro  quadrato, riservata allo Stato;

3.di utilizzare per le prime due rate del tributo modelli di pagamento precompilati  già predisposti per  il pagamento della TARSU.
Per maggiori informazioni:  Ufficio TARSU/TARES (tel. 0541 966535 – 0541 966522 – e- mail: maurof@cattolica.net; pieraf@cattolica.net; danielem@cattolica.net – fax 0541 966793)

 

Tag:
Vota la notizia: 
0
Nessun Voto