CITTA DI CATTOLICA
Piazza Roosevelt 5 - 47841 (RN)
Centralino +390541966511
P.Iva 00343840401 - UF5EHE

Tu sei qui

Il Consiglio Comunale si prepara ad approvare il Bilancio di previsione 2016

 

Bilancio di previsione 2016: mercoledì 24 in aula di Consiglio per l’approvazione

Il sindaco Cecchini: “Previsti investimenti per sei milioni di euro mentre l’indebitamento è sceso di 11 milioni. Un risultato ottenuto senza ridurre i servizi ai cittadini e mantenendo invariate tasse e tariffe”

 

Cattolica – E' prevista per mercoledì 24 febbraio la sessione consiliare per l'approvazione del bilancio 2016/2018, già discusso in Commissione con le associazioni di categoria e con le organizzazioni sindacali. Il Consiglio comunale sul bilancio è un momento molto importante per la città e per questo voglio invitare tutti i cittadini ad assistere alla seduta poiché si discuterà dell'ultimo bilancio della legislatura della giunta da me guidata e che sarà lasciato in eredità ai futuri amministratori.

 

Si tratta com’è noto, di un bilancio redatto con i principi dell'armonizzazione contabile, che gestisce un volume di risorse pari a oltre 40 milioni di euro di risorse correnti e in conto capitale, sia in entrata che in spesa. Le entrate tributarie previste nel 2016 sono pari a 16.615.295,58 euro; la spesa corrente a 28.786.416,97 euro. Gli investimenti, nel triennio, ammontano a oltre 6 milioni di euro e comprendono interventi importanti, quali il Gizc, in parte finanziato dalla Regione; il Progetto Prode sulla viabilità cittadina per utenze deboli; la manutenzione straordinaria della Palestra della Scuola Media Filippini e altro ancora.

 

Il dato più positivo in maniera eclatante, è costituito dalla situazione dell'indebitamento, che risultava al primo gennaio 2011 a oltre 35 milioni di euro, ed è invece previsto al 31 dicembre 2016 a poco più 24 milioni di euro, quindi con una riduzione di oltre 11 milioni di euro nel periodo. Un risultato di grande importanza per la città perché la forte riduzione dell'indebitamento, cui vanno aggiunti oltre tre milioni di euro risparmiati con la transazione Unicredit (debito Ospedale), è stata realizzata senza riduzione dei servizi e diminuendo il debito di ciascun cittadino da 2.000 a 1.440 euro. Ora che il Governo ha allentato il patto di stabilità dei Comuni, questi risultati potranno consentire, per il prossimo futuro, importanti margini di manovra per finanziare gli interventi necessari alla città.

 

Sostanzialmente invariate tasse e tariffe mentre, per quanto concerne la Tasi, il relativo importo di 850mila euro è stato previsto quale trasferimento compensativo, come indicato nella Legge di Stabilità 2016 in corso di approvazione.

 

Rimane sostanzialmente invariato il costo del personale per l’anno 2016 rispetto al 2015 per un ammontare pari a 8.546.730,31 euro, come previsto dalla normativa vigente che ha bloccato negli ultimi anni il turn-over. Va comunque ricordato che l'Amministrazione, nel periodo 2011-2015, aveva già ridotto il personale comunale di ruolo facendolo scendere da 209 unità (nel 2011), a 188 unità (nel 2015) mentre i dirigenti sono scesi da quattro a tre unità. Anche l'utilizzo di personale a tempo determinato ha subito una riduzione.

 

Lo schema di bilancio è stato analiticamente esaminato dal Collegio dei Revisori dei Conti, che ha espresso parere favorevole, anche alla luce dei riscontri già forniti dall'Ente al Ministero dell'Economia e delle Finanze dopo l’ispezione del maggio scorso.

 

Il periodo storico 2011/2015 è stato indubbiamente il più difficile nella storia dei Comuni italiani che si sono trovati con regole e leggi che hanno bloccato gran parte della loro operatività. Nel 2011 Cattolica si trovava con una situazione d’indebitamento di forte criticità, ora molto è stato sistemato. Per il futuro non bisogna abbassare la guardia continuando a lavorare per la riduzione dell’indebitamento, pur potendo più agevolmente pensare a investimenti mirati e alla manutenzione della città. Pertanto, invito tutti i cittadini a partecipare, mercoledì 24, a questa convocazione di Consiglio Comunale per conoscere nei dettagli il bilancio preventivo cioè, in definitiva, lo stato di salute economica della città di Cattolica.

 

Poi i lavori consiliari proseguiranno nelle prossime settimane per l'approvazione del rendiconto di gestione, l'ultimo del mandato amministrativo in scadenza.

 

 

Piero Cecchini

Sindaco di Cattolica

Comunicato stampa

Bilancio di previsione 2016: mercoledì 24 in aula di Consiglio per l’approvazione

Il sindaco Cecchini: “Previsti investimenti per sei milioni di euro mentre l’indebitamento è sceso di 11 milioni. Un risultato ottenuto senza ridurre

i servizi ai cittadini e mantenendo invariate tasse e tariffe”

 

Cattolica – E' prevista per mercoledì 24 febbraio la sessione consiliare per l'approvazione del bilancio 2016/2018, già discusso in Commissione con le associazioni di categoria e con le organizzazioni sindacali. Il Consiglio comunale sul bilancio è un momento molto importante per la città e per questo voglio invitare tutti i cittadini ad assistere alla seduta poiché si discuterà dell'ultimo bilancio della legislatura della giunta da me guidata e che sarà lasciato in eredità ai futuri amministratori.

 

Si tratta com’è noto, di un bilancio redatto con i principi dell'armonizzazione contabile, che gestisce un volume di risorse pari a oltre 40 milioni di euro di risorse correnti e in conto capitale, sia in entrata che in spesa. Le entrate tributarie previste nel 2016 sono pari a 16.615.295,58 euro; la spesa corrente a 28.786.416,97 euro. Gli investimenti, nel triennio, ammontano a oltre 6 milioni di euro e comprendono interventi importanti, quali il Gizc, in parte finanziato dalla Regione; il Progetto Prode sulla viabilità cittadina per utenze deboli; la manutenzione straordinaria della Palestra della Scuola Media Filippini e altro ancora.

 

Il dato più positivo in maniera eclatante, è costituito dalla situazione dell'indebitamento, che risultava al primo gennaio 2011 a oltre 35 milioni di euro, ed è invece previsto al 31 dicembre 2016 a poco più 24 milioni di euro, quindi con una riduzione di oltre 11 milioni di euro nel periodo. Un risultato di grande importanza per la città perché la forte riduzione dell'indebitamento, cui vanno aggiunti oltre tre milioni di euro risparmiati con la transazione Unicredit (debito Ospedale), è stata realizzata senza riduzione dei servizi e diminuendo il debito di ciascun cittadino da 2.000 a 1.440 euro. Ora che il Governo ha allentato il patto di stabilità dei Comuni, questi risultati potranno consentire, per il prossimo futuro, importanti margini di manovra per finanziare gli interventi necessari alla città.

 

Sostanzialmente invariate tasse e tariffe mentre, per quanto concerne la Tasi, il relativo importo di 850mila euro è stato previsto quale trasferimento compensativo, come indicato nella Legge di Stabilità 2016 in corso di approvazione.

 

Rimane sostanzialmente invariato il costo del personale per l’anno 2016 rispetto al 2015 per un ammontare pari a 8.546.730,31 euro, come previsto dalla normativa vigente che ha bloccato negli ultimi anni il turn-over. Va comunque ricordato che l'Amministrazione, nel periodo 2011-2015, aveva già ridotto il personale comunale di ruolo facendolo scendere da 209 unità (nel 2011), a 188 unità (nel 2015) mentre i dirigenti sono scesi da quattro a tre unità. Anche l'utilizzo di personale a tempo determinato ha subito una riduzione.

 

Lo schema di bilancio è stato analiticamente esaminato dal Collegio dei Revisori dei Conti, che ha espresso parere favorevole, anche alla luce dei riscontri già forniti dall'Ente al Ministero dell'Economia e delle Finanze dopo l’ispezione del maggio scorso.

 

Il periodo storico 2011/2015 è stato indubbiamente il più difficile nella storia dei Comuni italiani che si sono trovati con regole e leggi che hanno bloccato gran parte della loro operatività. Nel 2011 Cattolica si trovava con una situazione d’indebitamento di forte criticità, ora molto è stato sistemato. Per il futuro non bisogna abbassare la guardia continuando a lavorare per la riduzione dell’indebitamento, pur potendo più agevolmente pensare a investimenti mirati e alla manutenzione della città. Pertanto, invito tutti i cittadini a partecipare, mercoledì 24, a questa convocazione di Consiglio Comunale per conoscere nei dettagli il bilancio preventivo cioè, in definitiva, lo stato di salute economica della città di Cattolica.

 

Poi i lavori consiliari proseguiranno nelle prossime settimane per l'approvazione del rendiconto di gestione, l'ultimo del mandato amministrativo in scadenza.

 

 

Piero Cecchini

Sindaco di Cattolica

 

 

Nelle foto: Piero Cecchini, sindaco di Cattolica

 

Ufficio Stampa

Ufficio Portavoce del Sindaco

0541.966512-3

Comune di Cattolica

 

Ufficio Stampa

Ufficio Portavoce del Sindaco

0541.966512-3

Comune di Cattolica

Tag:
Vota la notizia: 
0
Nessun Voto