CITTA DI CATTOLICA
Piazza Roosevelt 5 - 47841 (RN)
Centralino +390541966511
P.Iva 00343840401 - UF5EHE

Tu sei qui

Cattolica ospita la Giornata Mondiale del Diabete

Cattolica ospita la Giornata Mondiale del Diabete

Cattolica ospita la Giornata Mondiale del Diabete
Screening gratuito per chi prenderà parte  alla campagna mondiale per la prevenzione e la diffusione delle informazioni sul diabete
Si terrà domenica 10 novembre la manifestazioni relativa alla nuova edizione della Giornata Mondiale del Diabete promossa da OMS, da International Diabetes Federation (organizzazione composta da 200 associazioni di oltre 160 Paesi) e a livello nazionale da Diabete Italia (organizzazione che raggruppa le Società scientifiche dei professionisti diabetologi e le associazioni di pazienti e dei loro famigliari). All'iniziativa, il cui slogan è "Io al diabete non la do vinta" aderisce anche il Servizio di Diabetologia dell'Azienda USL di Rimini (Coordinato dalla dottoressa Anna Carla Babini, nell'ambito dell'Unità Operativa di Medicina Interna II dell'Ospedale di Rimini, diretta dal dottor Giorgio Ballardini), che quest'anno, grazie ad una proficua collaborazione con il Comune di Cattolica, svolgerà nella "Regina" un evento legato all'"Educazione e Prevenzione del Diabete": nella mattinata di domenica 10, dalle ore 9:00 alle 12:30, nell'atrio del municipio appositamente aperto e messo a disposizione dall'Amministrazione Comunale, professionisti del Servizio effettueranno esami gratuiti della glicemia e dei parametri che rappresentano fattore di rischio metabolico ai cittadini che vorranno sottoporvisi, e promuoveranno corretti stili di vita mirati alla prevenzione della malattia. Saranno presenti anche volontari dell'Associazione di Tutela del Diabete Giovanile e Adulto (ATDGA) presieduta da Marta Corti, che da anni collabora col Servizio e a sostegno dei pazienti. Una bella occasione per i cittadini: si tratta infatti di un vero e proprio screening della popolazione grazie al quale nelle precedenti tre edizioni dell'iniziativa sono sempre state individuate persone affette da diabete mellito tipo II (il cosiddetto diabete del benessere) senza esserne a conoscenza, e che quindi si sono potute indirizzare ad un corretto percorso terapeutico. Tali tre edizioni sono state svolte in due casi a Rimini e l'anno scorso a Santarcangelo e l'itinerarietà dell'evento non è casuale: ha infatti l'obiettivo di coinvolgere e informare la cittadinanza di tutta la provincia. .“Con grande favore abbiamo accolto l'invito dell'Ausl di Rimini – spiega il Sindaco di Cattolica Piero Cecchini – per questa amministrazione comunale le iniziative legate al mondo della salute rivestono una primaria importanza. Dopo la giornata dedicata alla sensibilizzazione e alla prevenzione delle patologie cardiovascolari svoltasi due settimane fa presso il Palazzo del Turismo e promossa da Riminicuore, torniamo ad ospitare un altro appuntamento importante. La Giornata Mondiale del Diabete – continua Cecchini – svolge un  importante servizio a favore della cittadinanza: i presidi medici allestiti garantiranno una corretta informazione per i cittadini, che così saranno aiutati a comprendere l'importanza della prevenzione in campo sanitario, L'auspicio è che si registri una forte partecipazione della cittadinanza di Cattolica e non solo, vista l'opportunità di effettuare degli screening del tutto gratuiti”.
L'importanza della "Giornata Mondiale del Diabete" deriva dal fatto che tale patologia è diventata una vera e propria epidemia a livello globale, e nei prossimi anni è destinata a crescere in modo esponenziale soprattutto fra la popolazione con oltre 40 anni. In Italia sono oltre 3 milioni le persone affette da diabete ed almeno altrettante ne soffrono o stanno per soffrirne senza saperlo. Nella nostra provincia è stato prodotto un registro di patologia  diabetica che mostra la presenza di 17.000 persone nel 2012 con la presenza di nuovi 1.000 casi nel 2013. L’informazione e la sensibilizzazione costituiscono il primo importantissimo passo da compiere. Con semplici ed economici mezzi è infatti possibile diagnosticare la presenza o il rischio di diabete e con pochi cambiamenti dello stile di vita, senza farmaci, è possibile prevenirlo o curarlo, almeno nella forma a maggiore prevalenza. Ma il Servizio di Diabetologia dell'AUSL (che in occasione della Giornata Mondiale organizza anche altre iniziative che verranno debitamente comunicate) ha stretto anche una forte collaborazione coi medici di famiglia del territorio per tenere monitorati i sintomi e le complicanze della malattia, a partire da quelle agli arti inferiori: progetto che anche a Cattolica e in Valconca ha prodotto, nei mesi scorsi, controlli specifici su migliaia di pazienti. Infine, curato dal dottor Pierpaolo Mazzuca, è stato attivato alcuni anni fa – in collaborazione con Enti Locali e Università - il progetto "Lifestyle Gym": somministrazione di movimento fisico controllato sia a livello preventivo che terapeutico, ai pazienti diabetici. E' infatti scientificamente riconosciuto che tale pratica aiuta a prevenire le complicanze della malattia.

 

Allegati

AllegatoDimensione
PDF icon programma dell'iniziativa52.27 KB
Tag:
Vota la notizia: 
0
Nessun Voto